I MASTER IN MEDIAZIONE PENALE e in MEDIAZIONE FAMILIARE di Studio IRIS offrono percorsi formativi altamente professionalizzanti ed offrono l’opportunità di usufruire di una significativa expertise professionale.

Cosa garantiamo?

 Project Work   Tirocinio Supervisione

I Master vantano team di docenti/formatori altamente qualificati, composti da esperti Mediatori Penali e Mediatori Familiari, rappresentanti della Giustizia Minorile, Ricercatori, Professori universitari, professionisti esperti Mediatori con grande esperienza anche nella formazione, che hanno come mission non solo il trasferimento di conoscenze, competenze ed esperienze, ma anche l’essere testimoni privilegiati e promotori cre-attivi di un cammino di ricerca-azione.

I Master si propongono come creative lab di costruzione di elevata professionalità. Nell’ambito della proposta formativa in mediazione, parte integrante del progetto pilota “VISION PER LA COSTRUZIONE DI COMUNITA’ ETICAMENTE RESPONSABILI”, Studio IRIS per le nuove edizioni dei Master (2017-2019) ed in conformità alla Norma Tecnica UNI sulla Mediazione Familiare, propone i  seguenti percorsi formativi:

La nostra offerta formativa si compone di due master altamente professionalizzanti.

Il “Master in MEDIAZIONE DEI CONFLITTI – Specializzazione in Mediazione Penale” consente di conseguire i 2 titoli di Mediatore dei Conflitti e Mediatore Penale  | durata 1 anno, tot. 350 ore di formazione per diventare MEDIATORE DEI CONFLITTI e MEDIATORE PENALE (Mediazione Penale -ambito minori e adulti), con Project Work, Supevisione didattica, Tirocinio | Il Master ha ottenuto: il patrocinio da Ufficio IV del Ministero della Giustizia-Dipartimento per la Giustizia Minorile e di Comunità, Unione Nazionale Camere Minorili e da A.I.Me.F. Associazione Italiana Mediatori Familiari; l’accreditamento, ai fini dell’aggiornamento professionale, da Ordine degli Avvocati di Roma e di Potenza (22 crediti) e dal CNOAS Consiglio Nazionale Ordine  Assistenti Sociali (45 crediti)

MASTER in MEDIAZIONE FAMILIAREQualifica Professionale di Mediatore Familiare,  riconosciuto A.I.Me.F. Associazione Italiana Mediatori Familiari che consente di acquisire, con esame di 1° livello  l’abilitazione alla pratica di Mediatore Familiare con immediato accesso in A.I.Me.F. Associazione di categoria dei Mediatori Familiarie e poi la QUALIFICA PROFESSIONALE di Mediatore Familiare con un esame di 2° livello (il cui superamento consente la Certificazione di Ente Terzo di cui alla Legge n.4/2013, secondo la Norma Tecnica UNI)  | tot. 400 ore di formazione con Project Work, Tirocinio, Supervisore didattica, Pratica Supervisionata.  (durata 2 anni)
Possono accedere ai Master i laureati in area umanistica-sanitaria-sociale (anche con laurea triennale) e nello specifico, a titolo esemplificativo:

Area umanistica (Giurisprudenza, Lettere, Filosofia, Scienze della Comunicazione, Scienze dell’Educazione, Scienze della Formazione, Pedagogia) – Area sanitaria (Psicologia, Medicina) – Area sociale (Sociologia, Scienze del Servizio Sociale, Scienze Politiche)

DATE inizio Master e sedi:
MASTER IN MEDIAZIONE DEI CONFLITTI -Specializzazione in Mediazione Penale
28 Ottobre 2017 | POTENZA  – IN CORSO
Edizioni 2018 |  ASCOLI PICENO  – ISCRIZIONI APERTE
 
MASTER IN MEDIAZIONE FAMILIARE – Qualifica professionale di Mediatore Familiare
6 Ottobre 2017ROMA – IN CORSO
Edizioni 2018 | 13 Ottobre 2018 POTENZA – 10 Novembre 2018 TARANTO –  ISCRIZIONI APERTE

  • METODOLOGIA
  • Il percorso didattico proposto è fortemente innovativo: coinvolge tutte le discipline umanistico-giuridiche, le arti e le scienze sociali, ed è reso ancora più prezioso dai nuovi spazi di costruzione partecipata delle conoscenze e gestione etica del cambiamento sviluppati dalla Dott.ssa Francesca Genzano.

    L’innovativa metodologia, realizzata in modalità indoor e outdoor, pone al centro del processo di apprendimento e del cammino di ricerca-azione, l’Essere persona-professionista e consente di valorizzare e sviuppare risorse, anche di gruppo, con l’approdo ad esiti qualitativamente significativi.

    La metodologia proposta accompagna e nutre di senso e significato il «divenire competente», favorisce l’apprendimento, promuove autostima, sviluppa il senso di responsabilità (personale e collettivo) e stimola l’autonomia.

    I programmi didattici sempre aggiornati e strutturati con complessità crescente e professionalizzante, offrono l’opportunità di acquisire specifiche conoscenze e competenze indispensabili per affrontare le sfide del mondo del lavoro nell’ambito della mediazione e della gestione dei conflitti.

    Il percorso formativo-esperenziale è arricchito da testimonianze esclusive di formatori e mediatori esperti, di rappresentanti del mondo della Giustizia, di facilitatori di processi parecipativi, oltre che da esperienze guidate nell’Atelier di EducAzione alla Pace nel Giardino dell’Arte della Mediazione.

    • Formazione in aula

    I partecipanti vengono coinvolti in un processo di apprendimento cre-attivo e partecipato, che integra armonicamente lezioni, esercitazioni, case study, role playing, simulazioni, in un ambiente curato nei dettagli, accogliente e motivante.

    • Formazione outdoor
    • Project Work  

    Rappresenta l’opportunità della sperimentazione attiva dei contenuti appresi durante il percorso formativo attraverso la realizzazione di un progetto finalizzato a realizzare una idea, in un preciso contesto organizzativo. Si svolge con una  metodologia «learning by doing», basata sulla realizzazione di uno specifico progetto con obiettivi prefissati  e contesti reali di intervento e di apprendimento, mettendo in pratica un procedimento strutturato di progettazione (ideazione-definizione obiettivi-pianificazione fasi, risorse, tempi, luoghi-controllo-adattamento in itinere-valutazione). L’uso di metodologie innovative è valorizzato e si esprime nella sua dimensione più poetica attraverso l’esperienza guidata che si svolge presso il  GIARDINO dell’ARTE della MEDIAZIONE.

    • Tirocinio
    • Supervisione didattica
    • Formazione on the job

    Durante tirocinio e/o project work, i partecipanti si sperimentano direttamente all’interno di un Centro di Mediazione affiancati da un Mediatore esperto e Supervisore capace di accompagnarli e guidarli in un percorso di apprendimento e di potenziamento dell’autonomia professionale.

  • DESTINATARI
  • Possono accedere ai Master i laureati in area umanistica-sanitaria-sociale (anche con laurea triennale) e nello specifico, a titolo esemplificativo:

    Area umanistica (Giurisprudenza, Lettere, Filosofia, Scienze della Comunicazione, Scienze dell’Educazione, Scienze della Formazione, Pedagogia)

    Area sanitaria (Psicologia, Medicina)

    Area sociale (Sociologia, Scienze del Servizio Sociale, Scienze Politiche)

     

  • SBOCCHI PROFESSIONALI
  • Il Mediatore di conflitti è un costruttore di pace nelle relazioni; egli può operare come libero professionista in equipè in ambito sociale, culturale, scolastico o come esperto di gestione dei conflitti presso enti pubblici e privati e nel mondo del terzo settore. Il Mediatore dei conflitti è destinato a diventare figura di riferimento anche per le amministrazioni pubbliche nell’ambito dei processi partecipativi e decisionali che riguardano la cittadinanza  e le politiche sociali tutte.
    Il Mediatore Penale può svolgere l’attività di mediazione (in ambito minorile e adulti) presso centri/uffici (pubblici o privati) di Mediazione Penale e/o Giustizia Riparativa del Ministero della Giustizia o riconosciuti dal “Ministero della Giustizia-Dipartimneto per la Giustizia Minorile e di Comunità”, con spazi e sedi anche autonome rispetto ai Servizi della Giustizia. In ambito minorile, gli spazi normativi in cui si realizzano le esperienze di mediazione penale si individuano nel D.P.R. 448/88: in fase di indagini preliminari (art.9), durante l’udienza preliminare o nel dibattimento (art.27), nell’attuazione della sospensione del processo e messa alla prova (art.28). La mediazione penale può essere realizzata anche in fase di esecuzione penale, nell’ambito della misura alternativa alla detenzione ex art. 47 della L.354/75 e su invio del Giudice di Pace ex art. 29 D.Lgs. 274/2000. L’introduzione anche per gli adulti dell’istituto della messa alla prova (ex Lege 67/2014) consente di realizzare la mediazione penale e promuovere forme di riparazione globale dell’offesa e/o di Giustizia Riparativa, individuando soluzioni alternative al carcere e deflattive del processo.
    Il Mediatore Familiare può lavorare, da solo o in co-mediazione, come libero professionista, o presso cooperative sociali, associazioni, studi professionali o nei Servizi Sociali Territoriali (in molte Regioni sono attivati sportelli e/o centri pubblici di consulenza/mediazione familiare). La mediazione familiare fa ingresso nel nostro ordinamento con la Legge n. 285/1997 contenente “Disposizioni per la promozione di diritti e di opportunità per l’infanzia e l’adolescenza” nel cui ambito sono stati previsti espressamente i “servizi di mediazione familiare e di consulenza per famiglie e minori al fine del superamento delle difficoltà relazionali”. Prevede la promozione di centri di mediazione familiare anche la Legge n. 154/2001 che ha inserito nel codice civile l’art. 342 ter regolante gli ordini di protezione. La mediazione familiare è prevista alla Legge 54/2006, intervenuta in materia di rapporti genitori-figli nell’ambito della cause di separazione e divorzio, introducendo il c.d. affido condiviso unitamente all’esercizio della responsabilità genitoriale.

  • COSTO
  • COSTI DI PARTECIPAZIONE:
    • MASTER (annuale) IN MEDIAZIONE DEI CONFLITTI – Specializzazione in Mediazione Penale
             2200 euro + iva
    • MASTER (biennale) IN MEDIAZIONE FAMILIARE (1°e 2° livello)
             2800 euro + iva
    In tutti i casi (Master annuale o biennale), il pagamento è possibile:
    – in 2/4 rate
    – in 8/10 rate
    – in rate mensili (1 rata al mese per tutta la durata del master)
    Il costo di partecipazione a ciascun MASTER comprende:
    • partecipazione a tutte le attività didattiche ed esperenziali (indoor e outdoor)
    • materiale didattico, dispense, bibliografia, kit (cartellina, block notes, penne, segnalibri, gadget,ecc…)
    • accesso ai servizi della struttura formativa (connessione wi-fi gratuita, ecc..)
    • accesso ai servizi di Studio IRIS (accesso area riservata sul sito con download del materiale, prestito libri biblioteca, visione filmati e video didattici, materiale di studio, ricerca e approfondimento, ecc…)
    • supervisione didattica, assistenza e consulenza on line
    • assicurazione per le attività formative e di tirocinio
    • tirocinio/pratica guidata in mediazione penale e familiare, Project Work con esperienze guidate nel Giardino dell’Arte della Mediazione e/o partecipazione a progetti, attività di ricerca con possibilità di pubblicazione in collana scientifica
    • partecipazione alla Summer School CREATIVE MEDIATION OF CONFLICTS, alle attività sperimentali del Teatro-Mediazione ed alla IRIS Community of Practice
    • partecipazione all’esame finale per Mediatore Familiare con osservatore A.I.Me.F.
    • rilascio attestato finale su pergamena
    • certificazione eventuali crediti formativi per avvocati e assistenti sociali (ove previsti) ai fini della formazione professionale continua
    • possibilità di usufruire delle agevolazioni per pernottamenti/soggiorni presso le strutture convenzionte con Studio IRIS
    • possibilità di iscrizione diretta a Studio IRIS come mediatore penale e/o familiare
    • possibilità di iscrizione diretta ad A.I.Me.F. (Associazione Italiana Mediatori Familiari iscritta presso il Ministero dello Sviluppo Economico quale associazione di categria che rilascia attestato di qualità ai sensi della Legge 4/2013) senza ulteriore esame nazionale di ammissione
     

     

    Perchè i MASTER  di Studio IRIS si distinguono da tutti gli altri master in mediazione nel panorama nazionale?

    • offrono una formazione di eccellenza, con metodologie formative e di apprendimento innovative ed efficaci, con notevole risparmio di costi e tempi
    • utilizzano l’approccio umanistico francese della Prof.ssa Jacqueline Morineau, integrato con l’innovativa metodologia formativa e di intervento elaborata della Dott.ssa Francesca Genzano, Founder-President di Studio IRIS
    • propongono un modello di formazione che consente l’ attivazione cre-attiva dei partecipanti e la promozione/sviluppo della responsabilità personale e collettiva, trasformando i saperi acquisiti in specifiche skills
    • valorizzano il lavoro personale degli allievi, fondamentale del percorso formativo per essere professionisti altamente qualificati nella gestione dei conflitti ed operatori di pace nelle relazioni
    • formano il professionista mediatore su tre livelli di intervento: individuale, in co-mediazione, in equipè
    • garantiscono tirocinio/pratica guidata presso Studio IRIS
    • offrono un innovativo Project Work capace di valorizzare il «divenire competenti» e la dimensione etica e deontologica, stimolando la ricerca e la produzione spontanea di pratiche riflessive
    • offrono la possibilità di esperienze guidate nel GIARDINO dell’ARTE della MEDIAZIONE e/o partecipazione a progetti nazionali e di ricerca con possibilità di pubblicazione a cura di Studio IRIS
    • esclusivo e ricco kit in dotazione (libri, chiavetta usb, cartellina, segnalibri, penne, block notes,ecc..) e fruizione dei contenuti anche on line con accesso area riservata sul sito
    • offrono la partecipazione gratuita alla Summer School di Studio IRIS e alla IRIS Community of Practice (Comunità di Pratica e gruppi di ricerca con specifici campi tematici)
    • offrono la possibilità di iscrizione diretta a Studio IRIS come mediatore penale e familiare ed opportunità di collaborazione su tutto il territorio nazionale

    COME ISCRIVERSI

     

    Per inoltrare domanda di ammissione ad uno dei Master di Studio IRIS, compila il relativo modulo di iscrizione ed invialo via mail a:  info@mediazioneiris.comcontatta-studio-iris-potenza